matteo rocco affitti

Affittare casa agli studenti

1 studente su 7 in Italia affitta in nero

Matteo Rocco prosegue la sua rassegna stampa. Questa settimana si parla di affitti, affitti in nero e opportunità abitative per gli studenti

matteo rocco Sapevo dell’esistenza degli affitti in nero per gli studenti. Non mi stupisce che siano in tanti a fare ancora questa scelta, sia tra chi affitta che chi mette in affitto.

Ma la notizia che ho letto durante lo scorso fine settimana sul canale dell’Ansa dedicato al real estate mi ha fatto una certa impressione: Università, 1 studente su 7 non ha un contratto di affitto regolare. Ci è voluto solo un istante per farmi passare il buon umore accumulato con gli ultimi due post pubblicati qui sul mio blog.

Ecco alcuni punti salienti che l’Ansa riprende dalla ricerca sugli affitti studenteschi fatta dal portale Skuola.net:

  • più del 2% circa sostiene che il proprietario esige un pagamento maggiore rispetto a quello dichiarato
  • c’è chi richiede esclusivamente ragazze o esclusivamente ragazzi, o chi dà la precedenza agli affittuari che portano con sé un amico con cui condividere la camera doppia.
  • il 50% degli intervistati non sa che quando si ha un contratto in nero si può chiedere che questo venga messo in regola ottenendo svariati benefici economici

Quello che invece molte persone che decidono di mettere una casa in affitto forse non sanno, o preferiscono fare finta di non sapere, è che esistono delle forme contrattuali pensate apposta per chi affitta casa agli studenti in cui un ruolo chiave è giocato dal deposito cauzionale.

Sempre in materia di rassegna stampa, lascio qui anche la traccia di una video inchiesta realizzata da un altro portale per studenti, Studenti.it, ma a settembre dell’anno scorso. Come vedrete la situazione non era molto diversa. Solo che in questo caso alcune immagini danno ancora più forza al messaggio.

case in affitto per studentiLa prossima settimana dedicherò la ricerca per il mio articolo alle alternative che negli altri paesi europei si sono realizzate negli anni per dare un’abitazione agli studenti universitari.

[a cura di Matteo Rocco]

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>